You are from: United States, Go to our American website.

Projects Abroad

Dopo i successi ottenuti da altri progetti “Acqua e Igiene” nel mondo, Projects Abroad e BridgIT Water tornano in Tanzania a gennaio 2013 per un progetto che cambia la vita!

Ultime notizie

Dopo i successi ottenuti da altri progetti “Acqua e Igiene” nel mondo, Projects Abroad e BridgIT Water tornano in Tanzania a gennaio 2013 per un progetto che cambia la vita!

Tutto è cominciato quando Wendy Tisdell, uno dei direttori della BridgIT Water, ha partecipato ad un progetto di volontariato in Giamaica con Projects Abroad nell’aprile del 2008. Dopo i primi giorni si è resa conto che, come direttore di una società di infrastrutture idriche (Bridgit Water), aveva da offrire molto di più che un paio di braccia ed il suo tempo. La Bridgit Water, in collaborazione con Projects Abroad, ha così sponsorizzato e finanziato il primo progetto  di acqua e igiene in Giamaica.  A seguito del successo del primo progetto, Wendy e il suo team hanno portato a compimento progetti simili in Bolivia e Tanzania, e sono tornati una seconda volta in Jamaica.

Il nuovo obiettivo del 2013 è quello di fornire un impianto per l’approvviggionamento dell’acqua ad una comunità Maasai in Tanzania, il progetto si svolgerà a gennaio e durerà dalle tre alle quattro settimane.

Questo progetto porterà i volontari a Nord Ovest di Arusha in una zona remota nel cuore del parco nazionale Ngorongoro. Endulen è un piccolo villaggio costituito da tribù Maasai, che hanno dovuto abbandonare il loro stile di vita nomade, diventando un centro nevralgico nella zona. Endulen accoglie nella scuola locale oltre 800 bambini e ha un ospedale molto  affollato.

A causa della scarsità delle piogge ed all’aumentare delle acque reflue, questa comunità ha urgentemente bisogno di un metodo di approviggionamento e distribuzione di acqua pulita. I principali beneficiari del progetto saranno gli 800 alunni della scuola di Endulen che sono costretti a raccogliere l’acqua ogni giorno prima delle lezioni per assicurare una sufficiente quantità d’acqua da bere, per i bagni e per la cucina. Quest’attività può richiedere dalle 2 alle 4 ore al giorno, rendendo così estremamente discontinuo l’orario scolastico.

I volontari contribuiranno ad assicurare che la comunità locale e la scuola siano autonomi nel rifornimento d’acqua, perforando un pozzo ed installando un serbatoio in cui l’acqua possa essere conservata. Bisogna essere in forma, pronti a lavorare duro e a sopportare il caldo. D'altra parte, chiunque abbia competenze tecniche in merito alle costruzioni e agli impianti idraulici è incoraggiato ad partecipare! A ciascuno saranno assegnati compiti adeguati. Il lavoro dei volontari e di staff qualificato contribuirà davvero a fare la differenza per coloro che vivono in questa remota comunità Maasai.

Per maggiori informazioni sui progetti in Tanzania

Per iscriversi

Attualità

Feedback
Sembri interessato ai nostri progetti! Ti va di dirci qualcosa in più?
Sì, mi fa piacere! Non ora, grazie.