You are from: United States, Go to our American website.

Projects Abroad

Progetto di giornalismo in Bolivia: il Cochabanner

Ultime notizie

Nel 2005, un volontario impegnato nel nostro progetto di insegnamento in Bolivia, Scott Liddle, ha dato vita ad una piccola pubblicazione con un gruppo di studenti della Cochabamba Universidad Mayor de San Simón per promuovere la lettura e la scrittura in inglese. La rivista è stata chiamata Cochabanner, un gioco di parole che prende spunto da Cochabamba, il comune dove c’è la base di Projects Abroad Bolivia. Mentre il soggiorno di Scott  stava volgendo al termine, ha proposto che il Cochabanner continuasse ed è iniziato il nostro impegno per il progetto di giornalismo.

Oggi, otto anni dopo, il Cochabanner è fiorente, ha raggiunto la sua 39° edizione, ed è l'unica pubblicazione locale interamente scritta in inglese e distribuita gratuitamente. Il nostro obiettivo è quello di produrre articoli interessanti e informativi, e mettere in evidenza temi della cultura popolare boliviana e della città di Cochabamba per promuovere diversi tipi di progetti di assistenza sociale.

La rivista è rivolta ad aiutare le ONG locali ed a sottolineare e diffondere il lavoro che fanno. Ulteriore missione del Cochabanner è quella mettere in contatto i volontari di Projects Abroad con la comunità e le organizzazioni locali.

Il ruolo dei volontari stagisti

Sotto la guida del supervisore del progetto Ximena Noya, la squadra che permette al Cochabanner di venire pubblicato mensilmente è composta da volontari provenienti da tutto il mondo, da molti ambiti diversi, tutti con diversi livelli di esperienza nel giornalismo e nell'editoria. I volontari che si iscrivono allo stage di giornalismo in Bolivia sono coinvolti in varie attività:

  • conducono interviste sul campo
  • producono materiale fotografico
  • scrivono articoli
  • partecipando alla produuzione e pubblicazione della rivista

Le testimonianze dei volontari del progetto di giornalismo:

"Durante il mio stage di giornalismo, ho principalmente redatto articoli per il Cochabanner. Passavo quindi il mio tempo a scrivere nell'ufficio di Projects Abroad o negli Internet cafè; oppure per strada, tra la gente, a condurre interviste. Ho scritto in totale cinque articoli sugli argomenti più disparati: da La Cancha (il famoso mercato di Cochabamba) alla medicina tradizionale boliviana, ed ho redatto un reportage su una società costituita da un ex-volontario di Projects Abroad che tutela e supporta le donne detenute in un carcere a Cochabamba".
Sarah Turley, ex volontaria dall'Inghilterra.

"In quanto studente di Scienze Politiche e futuro specializzando in Comunicazione posso affermare che lo stage al Cochabanner mi ha aiutato a confermare il mio interesse nel campo delle comunicazioni e mi ha permesso di acquisire le competenze e fiducia in me stesso".
Carlos Tincoco, ex volontario dagli USA

Il Cochabanner è un elemento essenziale nella comunità di Cochabamba, costituisce un'ottima fonte di esercizio della lingua inglese per la gente del luogo e contribuisce a sottolineare l'importanza delle ONG locali e dell'assistenza sociale. Allo stesso tempo è un mezzo utile per permettere ai volontari di utilizzare le proprie competenze e acquisire una preziosa esperienza di lavoro. Il rapporto tra il Cochabanner e i volontari di Projects Abroad è reciprocamente vantaggioso: essi svolgono un ruolo vitale e se non fosse per loro il giornale non avrebbe raggiunto il successo e la posizione che detiene oggi.

Per ulteriori informazioni sul nostro progetto di giornalismo in Bolivia, sugli altri progetti attivi in Bolivia o sulle altre destinazioni che ospitano i nostri stage in giornalismo.

Per qualsiasi dubbio o per scoprire con il nostro aiuto qual è il progetto più adatto a te non esitare a contattarci!

Attualità

Feedback
Sembri interessato ai nostri progetti! Ti va di dirci qualcosa in più?
Sì, mi fa piacere! Non ora, grazie.