You are from: United States, Go to our American website.

Projects Abroad

La mia Argentina

Ultime notizie

Volontariato-stage-argentinaArgentina, terra dell’argento (la plata), terra di speranza, terra del tango. Come il tango, l’Argentina sembra pervasa di sensualità, passionalità, spirito di improvvisazione e malinconia. Le puoi respirare per le strade, scorgere negli occhi delle persone, scoprire nell’imprevedibilità di una pioggia e puoi lasciarti sedurre. Vitalità e nostalgia. Petto soddisfatto e sguardo verso altre terre e verso altri passati.

L’identità si confonde, ma in fondo credo che sia proprio questa la sua identità e il suo fascino. Ancora, sorrido al ricordo di Roman - project coordinator - e del suo stupore deluso quando gli ho detto che la pasta frolla esiste anche in Italia. Allora, nemmeno la pasta frolla è argentina!

Dell’Argentina, ho visto alcuni film e letto alcune cose sulla sua storia recente. Sono rimasta affascinata dalla capacità di reagire alla crisi di qualche anno fa e penso spesso alla forza enorme a cui questo Paese deve fare appello per ricucire le profonde ferite della guerra sporca.

Durante il viaggio, mi è capitato tra le mani proprio un articolo su Victoria Montenegro, figlia di desaparecidos, figlia rubata e allevata da coloro che avevano torturato i suoi genitori. Ritrovata e restituita alla sua storia o- meglio- alla verità. Difficile immaginare cosa si provi. Pare che siano stati circa 500 i bambini rapiti tra il 1976 e il 1983. Quello che resta sono un sacco di domande, e i brividi al pensiero di tutto quello che questo possa significare. Alcuni sanno, alcuni no, alcuni sospettano.

Ero contenta di vedere un pezzetto di questa terra e confrontarmi con alcune delle sue persone.

Terapia-equestre-argentina

I progetti di volontariato in Argentina si svolgono a Cordoba, città universitaria, dinamica e facile da girare. Il centro storico è affascinante ed esteticamente bello; si mescola alla modernità più disordinata, squadrata, “veloce” e “solitaria”, ma bellezza e vivacità sono quello che prevale.

Devo dire che una degli aspetti migliori di questo viaggio sono state proprio le persone.

Persone, come Veronica, una donna traboccante di energia che gestisce il progetto di terapia equestre a Cordoba. Il progetto si rivolge a bambini e adulti con difficoltà emotive e motorie. I volontari danno una mano nelle attività  con i pazienti, ma anche nella gestione stessa del centro. “Quello di cui c’è bisogno è gioia di vivere”, dice Veronica, “volontari contenti”. Dotata di straordinaria sensibilità, è attenta al bisogno di ciascuna persona: alla voglia spaventata di affetto, al desiderio di protagonismo, all’esigenza di piccoli grandi successi. Per tutto il tempo della mia visita, devo nascondere la commozione.

stage-diritti-umani-argentinaPersone come Victoria e Martin, che portano avanti il progetto sui Diritti Umani con entusiasmo e professionalità. “Le cose da fare sono tante e abbiamo bisogno di volontari”, mi ripete Victoria. Nel corso della mia visita, la percezione è che davvero il tempo non basti mai. Il progetto si compone di social justice e legal justice.  Le attività riguardano sensibilizzazione e formazione sui diritti umani, consulenza e studi di caso. Tra le tante cose, collaboriamo con organizzazioni impegnate per le donne vittime di violenza, homeless e siamo impegnati in un quartiere alla periferia della città, Blas Pascal, dove ogni settimana siamo presenti con la legal clinic per garantire assistenza sulle questioni legali. Durante il mio soggiorno, incontro Francesca, una volontaria italiana che sta scrivendo la sua tesi, per cui fa un sacco di ricerche ed è riuscita ad intervistare – insieme con Martin – uno dei più terribili torturatori dei tempi della guerra sporca. In generale, sono colpita dall’entusiasmo e dalla voglia di fare che percepisco nell’ufficio per i diritti umani.

Riabilitazione-scimmie-argentinaPersone come Alexandra, che gestisce il progetto per la riabilitazione delle scimmie urlatrici. Donna pratica, appassionata, talvolta scontrosa ma solo perché ha voglia di concentrarsi sul suo lavoro. Il centro si trova a pochi chilometri da La Cumbre e le coes da fare sono tantissime! Ci si ritrova a vivere in una riserva naturale, con lo scopo di dare una mano alla tutela delle scimmie urlatrici.

Poi, ci sono gli insegnanti che continuano a sottolineare quanto siano utili i volontari italiani per l’insegnamento dell’italiano! I ragazzi si sentono motivati e sono contenti di fare pratica e scoprire di più sull’Italia direttamente con i volontari.

C’è Candelaria, che si dedica ai progetti di volontariato con i bambini e in particolare mi mostra quello che succede al centro Copa de leche, un centro sostenuto da Projects Abroad, dove molti bambini del quartiere Blas Pascal trascorrono i pomeriggi in compagnia dei nostri volontari. Organizziamo tanti giochi, ma anche attività che trasmettano valori importanti e che insegnino anche il rispetto delle regole. Tutti i volontari che ho incontrato mi hanno detto di trovare il lavoro molto impegnativo, ma anche stimolante e gratificante.

A Cordoba, è anche possibile dedicarsi al volontariato sportivo. Chi è interessato alla medicina, può fare uno stage di medicina, adatto a diversi livelli di conoscenza. “Le cose importanti”, mi dice Roman, “sono mostrare interesse, entrare in contatto con i medici e essere consapevoli di sperimentare la vita vera in un ospedale”. Projects Abroad organizza workshop ogni due settimane su diverse problematiche mediche. Oppure, ancora,  c’è lo stage di giornalismo radiofonico.  Con un po’ di spirito di iniziativa, ci si può ritrovare a condurre un programma nella radio locale di Unquillo.

Insomma, le opportunità sono tante e l’Argentina è ricca di fascino e seduzione!

Se hai voglia di partire, contattami o chiamami al +39 08119139962.

Attualità

Feedback
Sembri interessato ai nostri progetti! Ti va di dirci qualcosa in più?
Sì, mi fa piacere! Non ora, grazie.