You are from: United States, Go to our American website.

Projects Abroad

Projects Abroad Sudafrica festeggia la reintroduzione di 18 pinguini

Ultime notizie

Il 30 maggio scorso i nostri volontari in missione per la cura degli animali in Sudafrica hanno avuto l'opportunità di partecipare e contribuire alla reintroduzione nel proprio habitat naturale di 18 pinguini. Questo lieto evento fa parte del nostro progetto di cura degli animali in Sudafrica.

In Sudafrica, per il progetto di cura degli animali, Projects Abroad collabora da sei anni in con un centro di protezione degli uccelli marini. Il centro, con sede a Città del Capo, è un'organizzazione non-profit riconosciuta a livello internazionale per la sua esperienza nella protezione degli uccelli marini.  La sua missione è la conservazione e la protezione di specie minacciate da fuoriuscite di petrolio, scarichi illegali o pesca eccessiva che riduce le risorse alimentari di alcune specie. Dalla sua fondazione nel 1968, più di 90 000 esemplari sono stati trattati e curati dal centro e la popolazione di uccelli marini è aumentata del 19% nella regione floristica del Capo. 

Proteggere gli uccelli marini

L'obiettivo del centro è di soccorrere uccelli sporchi di petrolio, feriti o orfani e di intervenire in caso di emergenza dopo una fuoriuscita di petrolio cercando di trasferire gli animali il più velocemente possibile per evitare che vengano contaminati. Il 23 giugno 2000, a seguito del naufragio della Vauquier Tresure, 19.500 pinguini sono stati catturati e trasferiti nei pressi di un altro insediamento a Port Elizabeth, a circa 500 km dal luogo dell'incidente e sufficientemente lontano dall'inquinamento. Il 1 °settembre 2012, il relitto di una nave turca si arenò dopo una tempesta al largo di città del Capo, rovesciando il suo carico di petrolio sulle spiagge. La vita marina fu gravemente colpita ed volatili infettati ma fortunatamente 40 pinguini, sporchi di petrolio sono stati poi trovati e portati al centro per essere puliti e curati. Per incrementare la prevenzioni in caso di incidenti e sversamenti di petrolio, il centro attua anche delle campagne di sensibilizzazione per il pubblico.

La reintroduzione di uccelli in natura può richiedere mesi a seconda della gravità della loro condizione. La riabilitazione deve avvenire in modo lento e scrupoloso e la reintroduzione deve essere attentamente pianificata tenendo in considerazione fattori come le stagioni, il tempo, le condizioni dell'acqua, le correnti.

Il prezioso aiuto dei nostri volontari

Città del Capo è una città con un grande traffico marittimo e il crescente inquinamento delle acque al largo della città aumenta la contaminazione delle specie. Il responsabile del centro ha rilasciato una dichiarazione a proposito dell'importanza della presenza dei volontari presso il centro, "I volontari che lavorano nel centro sono un vero supporto per il personale, senza di loro sarebbe difficile effettuare tutte le azioni necessarie. Ogni specie di uccello ha caratteristiche diverse e richiede un trattamento personalizzato, che monopolizza buona parte dello staff. Pertanto, i volontari hanno un valore inestimabile per le attività quotidiane: gestire il centro, preparare il cibo, nutrire gli uccelli, seguire la loro evoluzione, visitare i nuovi arrivati e tanto altro. Qui, i volontari lavorano con professionisti e appassionati che danno loro istruzioni. E' un'occasione unica per avere una conoscenza approfondita sul trattamento degli uccelli marini. Il lavoro è fisico e impegnativo, ma incredibilmente gratificante, è sempre molto toccante essere in grado di rilasciare gli uccelli nel loro ambiente naturale".

Per ulteriori informazioni sui nostri progetti di volontariato in Sudafrica o sui nostri progetti di veterinaria e recupero degli animali.

Per qualsiasi chiarimento contattaci allo 08119139962/3 o scrivici!

Progetti in Sudafrica.

Attualità

Feedback
Sembri interessato ai nostri progetti! Ti va di dirci qualcosa in più?
Sì, mi fa piacere! Non ora, grazie.