You are from: United States, Go to our American website.

Projects Abroad

Il nostro staff in viaggio: le emozioni di Maura dal Perù

Ultime notizie

Maura, dello staff italiano di Projects Abroad, è volata in Perù per visitare i progetti di volontariato locali ed è rimasta affascinata dalla cultura Inca.

scimmia-riserva-perùOrmai sono due settimane che sono tornata dal Perù, ma ancora oggi quando mi chiedono “com’è stato?” non mi viene in mente una parola che possa in qualche modo rendere e sintetizzare tutto quello che è stato. Ho trascorso in Perù solo 10 giorni per visitare i progetti e lo staff di Project Abroad a Puerto Maldonado, Urubamba, Cusco e Huyro. Lo so, 10 giorni sembrano pochi – e non esagero se dico che qualche volta ho dovuto correre letteralmente! Tuttavia, come diceva Goethe “Si ha sempre tempo a sufficienza quando lo si usa bene”, e io non solo concordo, ma posso dimostrare che è vero.

Il primo giorno, dopo 12 ore di volo da Madrid ho guardato dal finestrino e ho visto la foresta Amazzonica. Una distesa verde intenso spezzato solo dal serpente giallo del fiume, e immensa tanto che non si vedeva altro. Qui mi sono emozionata per la prima volta.

Puerto Maldonado, volontariato ambientale nella riserva di Taricaya

A Puerto Maldonado ho visitato Taricaya – la riserva dove si svolge il progetto di tutela dell’ambiente e ho partecipato a molte delle attività insieme ai nostri volontari. Ho tagliato e pesato la frutta per nutrire le scimmie, per poi cercare di non farmela strappare dalle mani. Ho visto un tapiro, anzi due, per la prima volta. Ho camminato su un ponte sospeso a 40 metri per fare il birdwatching al mattino presto, e ho visto diversi uccelli tropicali! Ho partecipato alla cattura di un caimano nel fiume di notte. Tra le altre cose.

Dopo due giorni nella giungla, ho volato a Cusco e da lì ho raggiunto Agua Calientes per la visita a Macchu Picchu.  Aggiungo solo: ho visto Macchu Pichu. Qui mi sono emozionata per la seconda volta.

Valle Sacra, missioni umanitarie e progetti di insegnamento dell’inglese e dello sport

Il giorno dopo ho raggiunto il nostro staff ad Urubamba, dove si trova l’ufficio Di Projects Abroad. Qui, insieme a Yessica, Hugo e Jessica ho visitato diverse scuole e asili di Urubamba, Calca e Chinchero, alcune delle località in cui si svolgono i nostri progetti di insegnamento, volontariato con i bambini e volontariato sportivo.  Dei vari spostamenti in auto, in treno, aereo, quello che ricordo meglio sono le mille domande che facevo e la cortesia con cui mi veniva risposto, ricordo le chiacchierate sul Perù, sulle differenze con l’Italia, sulla lingua quechua, sulla cultura Inca. Dei vari spostamenti, ricordo i discorsi delle persone e tutto quello che mi hanno insegnato sul Perù.

Huyro, progetto di volontariato archeologico

reperti-incaDa Urubamba, Huyro si raggiunge in auto in circa tre ore. La strada per arrivare è una sfida – se consideriamo i tornanti andini e l’altitudine. Ma il panorama ne vale la pena. Cime innevate, valli verdi e poi pietre e ruscelli e poi una traccia sul fianco della montagna che, mi hanno spiegato poi, è un antico sentiero Inca. La vista della Veronica, la montagna che in quechua si chiama ‘La montagna che piange’ perché durante la stagione delle piogge centinaia di torrenti sgorgano dagli squarci nella roccia. Gli alpaca che pascolano liberi. Anche qui mi sono emozionata un po’. Poi ho visto un gruppo di turisti che, mentre io guardavo fuori assorta, hanno superato la nostra auto in bicicletta e mi sono sentita pigra.

A Huyro i volontari alloggiano a Establo, una vecchia stalla che abbiamo ristrutturato e che è diventata una casa comune per staff e volontari, nonché la base per il progetto di archeologia Inca. Credo che sia stato qui che ho capito cosa significa letteralmente l’espressione ‘trovare un tesoro’. Lo scavo archeologico non è un lavoro facile, ma un lavoro faticoso che richiede pazienza, ma poi succede che mentre scavi i tuoi strumenti incontrino qualcosa di duro e che la terra ti restituisca qualcosa che aveva custodito per centinaia di anni, e allora dimentichi la fatica e ti emozioni.

Cusco, volontariato medico e progetto di nutrizione

Prima ritornare in Italia ho fatto tappa a Cusco per visitare i progetti di volontariato medico e di nutrizione e l’ultimo giorno ho visitato un po’ la città. Ho visitato la cattedrale e ho risalito i vicoli fino a  San Blàs, ho girato nel mercato di San Pedro bevendo una chicha morada e poi nel mercato dell’artigianato cercando di non farmi prendere troppo la mano dallo shopping. Infine, ho visitato il Museo Qorikancha – costruito su un antico tempio del dio Inti, costruito nel punto che gli Inca credevano essere il centro del mondo e che poi diventò la Iglesia di Santo Domingo.

Il ricordo più bello

Peru-cerimonia-sacraL’esperienza più emozionante è stata però l’ultima sera, quando camminando proprio davanti al  Qorikancha noto la musica e un fuoco e la folla tutta attorno in un silenzio religioso. Allora mi avvicino e assisto al pago alla tierra che le comunità quechua celebrano in prossimità di un evento importante. In quel caso si trattava delle elezioni regionali. Su un lato della piazza c’erano i musicisti con i loro flauti e tamburi e di fianco c’erano le offerte di cibo e bevande. Dopo una preghiera degli anziani attorno al fuoco, questi si sistemano in fila, ognuno con il suo braciere e accolgono i presenti a uno a uno per la benedizione. I presenti hanno in mano delle foglie di coca che erano state distribuite poco tempo prima. Tutti sono i fila, in silenzio. Aspettano il loro turno per inginocchiarsi di fronte all’anziano e gettare le foglie nel fuoco. L’anziano parla, dice di prendere energia dalla terra e di donarle solo cose buone perché ciò che “seminiamo” è ciò che la terra restituisce. Ti invita ad allungare le mani sul fuoco per catturare l’energia del fuoco e poi ti abbraccia, prima di lasciarti andare.

Queste sono solo alcune delle cose che possono succedere in Perù. Un Paese magico, ricco di storia, con un patrimonio naturalistico unico e dove tutto è avvolto da un’aura spiritualità.

Se ti va di saperne di più sui nostri progetti in Perù,  scrivimi o chiamami allo 081 19139962/3. 

Progetti in Perù.

Attualità

Feedback
Sembri interessato ai nostri progetti! Ti va di dirci qualcosa in più?
Sì, mi fa piacere! Non ora, grazie.