You are from: United States, Go to our American website.

Projects Abroad

1000 origami portafortuna per i nostri pazienti in Sri Lanka

Ultime notizie

Panadura: sulle ali della speranza 

 I volontari del progetto di medicina di Projects Abroad hanno appeso 1000 gru di carta al Kethumathi Hospital for Women di Panadura, Sri LankaQuesta estate, i volontari del Campo di Orientamento alla Medicina in Sri Lanka hanno collaborato ad un progetto volto ad augurare speranza, salute e fortuna alle nuove madri ed ai bambini di un ospedale locale. Ispirati dalla tradizione giapponese, i volontari hanno realizzato 1000 uccellini di carta (Gru) per decorare i reparti del Kethumathi Hospital di Panadura, una città nel distretto di Kalutara nella provincia occidentale dello Sri Lanka, circa 25 chilometri a sud di Colombo.

 "In Giappone le gru hanno un significato molto profondo" racconta Moeno Inukai, una volontaria di 16 anni di Kawasaki. "Il dono di una gru può augurare molte cose, da una generica buona fortuna all’augurio di rimettersi presto da una malattia. Questo augurio  diventa eterno quando vengono regalate 1000 gru", ha detto Moeno, "Anche se non avrei mai immaginato di riuscire a coinvolgere tutto il gruppo di volontari e di realizzare così tanti origami". L’augurio di Moeno per i neonati dell'ospedale è iniziato su piccola scala, ma attraverso la collaborazione con i volontari del Kethumathi Hospital, si è trasformato in qualcosa di più grande.

 "Ho notato Moeno fare origami con piccoli pazienti in un reparto per bambini", ha detto Kaitlin McWhorter, Coordinatrice dei Campi di Orientamento alla Medicina in Sri Lanka. "Ho visto Moeno insegnare ai bambini come piegare piccoli pezzi di carta e trasformarli in uccelli fantastici; mi è sembrato un ottimo modo per distrarli dalle loro malattie".

 Insieme per augurare buona fortuna

Sri Lanka, i volontari preparano gli origamiCon la guida di Kaitlin, Moeno ha insegnato questa arte tradizionale giapponese ai suoi colleghi volontari, a molti dei pazienti ed anche ad alcuni membri del personale a Kethumathi. "Incoraggio sempre i volontari a condividere la loro cultura con gli altri, ed insieme a Moeno abbiamo intravisto un grande potenziale nel progetto delle 1000 gru. È stata l'occasione giusta per colorare le corsie dell'ospedale, fornire un messaggio di speranza e di ispirazione ai pazienti dell'ospedale e insegnare agli abitanti dello Sri Lanka  qualcosa sulla cultura giapponese", ha dichiarato Kaitlin.

 Il progetto avrebbe dovuto coinvolgere soltanto i volontari del campo di 4 settimane come Moeno, ma alla fine ha collaborato anche un gruppo di volontari del campo di due settimane". Non sapevo quanto tempo ci sarebbe voluto per realizzare 1000 gru", ha dichiarato Moeno, "ma ad un certo punto abbiamo potuto contare su così tante mani che, abbiamo terminato il progetto in una settimana". In gran parte dell'Asia le gru sono simbolo di longevità e buona fortuna, tuttavia questi uccelli non sono nativi dello Sri Lanka e questo ha permesso ai volontari un'ulteriore opportunità di scambio culturale nello spiegare alle persone del luogo cosa fossero ed il loro significato.

 I 13 volontari di Projects Abroad al Kethumathi Hospital hanno trascorso il loro tempo libero a preparare le gru di carta, e si è arrivati rapidamente ben oltre i 1000 pezzi ". I volontari hanno lavorato sodo ed hanno anche realizzato otto carillon per le culle della terapia intensiva neonatale, oltre a regalare origami alle neo mamme ", ha dichiarato Kaitlin. Le infermiere di Kethumathi hanno mostrato un grande interesse per la realizzazione degli origami, ed i volontari sono stati felici di insegnare al personale dell'ospedale il loro simbolismo.

L'importanza della condivisione

 "Projects Abroad collabora con gli ospedali di Panadura da dieci anni, compreso il Kethumathi"  racconta Gishan Perera direttore di Projects Abroad in Sri Lanka ".Questa è la prima estate in cui abbiamo invitato i volontari delle scuole superiori a Kethumathi, ed avere tanti ragazzi ad aiutarci ha significato maggiori opportunità per l'osservazione, l'interazione con il paziente, e l'abbellimento dei reparti dell'ospedale. Il progetto delle  1000 gru dimostra che la condivisione della propria cultura e lo sviluppo di un rapporto con i pazienti attraverso, può portare a qualcosa di davvero grande ", ha dichiarato Kaitlin.

 Moeno è venuta in Sri Lanka con il desiderio di comunicare le sue tradizioni attraverso il volontariato. Il bel risultato del suo entusiasmo e del suo ottimismo ora è esposto nell’ospedale locale come simbolo di speranza, augurio di buona salute, e testimonianza dell’ottimo lavoro di squadra tra lo Sri Lanka ed i tanti giovani volontari di Projects Abroad.

Per ulteriori informazioni, chiamaci al +3908119139962, oppure contattaci

Progetti in Lanka.

Attualità

Feedback
Sembri interessato ai nostri progetti! Ti va di dirci qualcosa in più?
Sì, mi fa piacere! Non ora, grazie.