You are from: United States, Go to our American website.

Projects Abroad

Manila, Conferenza Nazionale sulla Disabilità: un volontario presenta il nostro nuovo progetto 

Ultime notizie

Si stima che nelle Filippine almeno una persona su venti ha almeno un familiare con una disabilità e la metà di loro non riesce a terminare la scuola primaria. Molte persone dovranno convivere con la disabilità per tutta la vita, ma alcune di loro posso guarire semplicemente seguendo un programma riabilitativo e ricevendo le cure adeguate. In alcune zone del paese, come ad esempio a Nord dell'Isola di Cebu, molte famiglie non possono ricevere assistenza a causa dell'elevato costo e della mancanza di mezzi e strutture adeguate. Grazie alla realizzazione del nuovo Centro Comunitario e di Recupero di Projects Abroad e alla presenza di volontari provenienti da tutto il mondo, anche gli abitanti di San Remigio potranno ricevere assistenza e migliorare la loro qualità di vita.

L'intervento del primo volontario fisioterapista alla Conferenza Nazionale sulla Disabilità 

Il volontario victor durante una sessione di fisioterapia nelle Filippine

Il nostro impegno per creare il primo Centro Comunitario e di Recupero per Disabili di San Remigio, è stato presentato dal primo volontario del progetto di fisioterapia, Victor Lee, durante la 38a edizione della Settimana Nazionale della Prevenzione e Riabilitazione della Disabilità.

L’evento - al quale hanno partecipato docenti, studenti universitari e tirocinanti - si è tenuto presso il College of Allied Rehabilitation Sciences  dell’ Università di East Ramon Magsaysay Memorial Medical Centre.

Kenneth Sotto, coordinatore di Projects Abroad nelle Filippine, si è mostrato positivo al termine della conferenza. “Credo che siano rimasti impressionati dai progressi che abbiamo fatto fino ad ora. Il Rettore dell’Università sta infatti considerando l’idea di impegnare i tirocinanti dell’università nel nostro progetto durante il periodo estivo”.

Il grande contributo di Victor al progetto di Fisioterapia nelle Filippine

Victor è di origine australiana e al termine del Master in Fisioterapia voleva mettere in pratica tutto quello che aveva appreso sui libri durante gli anni di studi universitari e, allo stesso tempo, dare una mano alle comunità svantaggiate di San Remigio, nelle Filippine. La sua presenza è stata importantissima all’interno del progetto: ha aiutato pazienti disabili, ha partecipato alle visite settimanali nelle zone rurali di San Remigio e ha creato un data-base per raccogliere le informazioni dei pazienti. Inoltre, Victor ha giocato un ruolo importante nella costruzione del centro di riabilitazione, partecipando agli incontri settimanali con muratori e falegnami coinvolti nella costruzione e a riunioni con gli enti locali per discutere dello sviluppo del progetto. Grazie al suo contributo il primo Centro Comunitario e di Recupero per Disabili nella zona nord dell’Isola di Cebu è finalmente operativo. “Ogni giorno è stata una sorpresa. Lo staff di Projects Abroad è stato sempre presente, aiutandomi a superare le piccole difficoltà quotidiane" afferma il volontario. 

Un progetto destinato a crescere grazie al contributo degli altri 

Questa non è stata la prima presentazione fatta dal volontario australiano. La prima si è tenuta presso il Physical Therapy College di Bogo e la seconda è stata per il sindaco di San Remigio. “Per me è un onore fare queste presentazioni e spero di ispirare più persone possibile con la mia testimonianza e coinvolgerle nel progetto” dice Victor.
Una delle principali preoccupazioni di Victor e Kenneth riguardava la sostenibilità del progetto. Volevano avere la sicurezza che il centro di riabilitazione rimanesse aperto e che lo staff locale, con l’aiuto dei volontari, continuasse a ricevere i pazienti e a fornire le cure adeguate.

Studenti ispirati dal progetto: nasce l'accordo tra Projects Abroad e l'Università di Bogo 

Il primo volontario fisioterapista segue un bambino durante gli esercizi di fisioterapia

Grazie alla sua prima presentazione presso l’Università di Bogo, molti studenti si sono sentiti ispirati e interessati a far parte di questa iniziativa. Da qui nasce l’accordo tra Projects Abroad con e il rettore dell’Università, secondo il quale sei tirocinanti al quinto anno di fisioterapia hanno avuto la possibilità di partecipare al programma di Projects Abroad presso il Centro Comunitario e di Recupero per Disabili di San Remigio. Al fine di trascorrere più tempo i nuovi tirocinanti, Victor ha esteso la durata del suo progetto di altre 2 settimane. Il volontario ha così avuto modo di guidarli, assicurarsi che anche loro comprendessero le finalità del progetto e di farli familiarizzare con i pazienti. "Avere degli studenti di fisioterapia nella squadra è stata una fantastica opportunità. Mi ha permesso di entrare in contatto con la cultura locale, di migliorare la mia capacità di diagnosi clinica e di apprendere nuove tecniche di cura e riabilitazione. Inoltre, ho avuto modo di conoscere e capire la legislazione del sistema sanitario pubblico nelle Filippine” afferma Victor.

La fisioterapia per sviluppare il potenziale che c'è in ognuno di noi 

"Mia madre ha sempre lavorato come insegnante di non vedenti e il fatto che queste persone potessero vivere liberamente anche senza la vista mi ha sempre affascinato. Da qua nasce la mia voglia di scoprire il potenziale di ognuno di noi. Come fisioterapista posso aiutare le persone a muoversi meglio, sentirsi più forti e vivere più a lungo” ci racconta il volontario. Questo è anche l’obiettivo del progetto di fisioterapia di Projects Abroad : trovare l’approccio terapeutico più adatto per bambini con disabilità al fine di farli muovere liberamente nella vita di tutti i giorni, integrarsi nella loro comunità e migliorare il loro stile di vita.

Scopri di più sul progetto di Fisioterapia nelle Filippine o sui progetti di Medicina e Salute in tutto il mondo

Progetti nelle Filippine.

Attualità

Feedback
Sembri interessato ai nostri progetti! Ti va di dirci qualcosa in più?
Sì, mi fa piacere! Non ora, grazie.