You are from: United States, Go to our American website.

Projects Abroad

Vivi Cape Town da insider: i dieci luoghi preferiti dagli abitanti della città

  Commenti

05/01/2015Viaggiare, Sudafrica, Cape Town
Autore Samantha Corbett


Lion’s Head

Immagine per gentile concessione di Samantha Corbett

Città del Capo è una delle destinazioni turistiche più famose al mondo. Tuttavia i turisti gravitano sempre attorno alle stesse attrazioni - Table Mountain, Camp’s Bay Beach ed il lungomare. Non fraintendermi, questi sono grandi classici collaudati, ma che ne diresti di uscire dalle strade principali e di vivere la città come un abitante del luogo? Per ogni grande attrazione, abbiamo pensato ad un’alternativa meno conosciuta dai turisti ma molto apprezzata dai locali.

Ti sfido a gettare la guida cartacea ed a esplorare alcune di queste bellezze:

1. Una montagna che non è Table Mountain

Chapman’s Peak

Immagine per gentile concessione di Samantha Corbett

Qual è l’icona di Cape Town? Table Mountain, naturalmente! Vegliando placida sulla città, monopolizza le montagne di Città del Capo, facendoci dimenticare che ci sono un sacco di altri picchi da scalare.

Chapman’s Peak non solo è un luogo perfetto per un pic-nic, ma rappresenta anche una delle più belle escursioni della città. Potrai ammirare l'Oceano Atlantico, Hout Bay, Fish Hoek, Gordon’s Bay e la catena montuosa Constantia Berg godendo di un panorama mozzafiato. Potrai scegliere tra un bel percorso di trekking, oppure se sei più pigro, potrai portare uno spuntino e trascorrere un piacevole pic nic.

2. Una spiaggia che non è di Boulder Beach, Clifton o Camp’s Bay

Witsand

Immagine per gentile concessione di David Corbett

La spiaggia Witsands, nascosta alla foce del fiume Breede, è particolarmente famosa per la sua sabbia bianca e scintillante, per le balene che si scorgono dalle sue coste, per i numerosi surfisti che la affollano.

Si impiegano soltanto tre ore per raggiungere questa spiaggia Bandiera Blu, che ospita un estuario che attira innumerevoli uccelli rendendola un rifugio privilegiato per gli amanti della natura. È inoltre conosciuta come vivaio per le balene a causa delle numerose balene che scelgono la porzione di mare antistante per partorire.

Da visitare inoltre: la spiaggia Danger a False Bay (non lasciarti ingannare dal nome, in realtà è un posto assolutamente sicuro), Muizenberg Beach (qui si può imparare a fare surf o, se già lo si pratica, insegnarlo ai bambini attraverso un progetto di volontariato sportivo), Long Beach a Kommetjie e la spiaggia Beta a Bakoven.

3. Un gioiello storico che non è il V & A Waterfront o Robben island

Cape Town City Hall

Immagine per gentile concessione di Samantha Corbett

Il V & A Waterfront è una destinazione turistica preferita principalmente per la storia del suo porto e per le sue opportunità di shopping e ristoranti. Robben Island invece, è il luogo in cui Mandela è stato imprigionato per 27 anni. Entrambi rappresentano i luoghi storicamente più rinomati della città, ma ci sono sicuramente molte altre opzioni da esplorare.

Il Cape Town City Hall è uno splendido edificio edoardiano costruito nel 1905. Il suo design è il risultato di un concorso pubblico che è stato vinto dagli architetti Harry Austin Reid e Frederick George Green. Il calcare da cui è costituito, è stato importato da Bath, in Inghilterra, e il suo organo è stato appositamente progettato da Sir George Martin, l'organista dalla Cattedrale di St. Paul a Londra. L'orologio della torretta della torre suona ogni ora, mentre il suo carillon (uno strumento musicale composto da campane) funge da memoriale per la prima guerra mondiale.

L'11 febbraio 1990, Nelson Mandela ha fatto il suo primo discorso pubblico dopo il suo rilascio dalla prigione dal balcone del Municipio e oggi l'edificio ospita molteplici concerti e manifestazioni culturali.

4. Una strada che non è Long Street o Kloof Street

Bree Street

Immagine per gentile concessione di Samantha Corbett

Se credi che Long Street sia fuori moda e stai cercando un luogo più cool dove indossare i tuoi migliori skinny jeans, parti alla volta Bree Street, sede di alcuni dei ristoranti e dei bar più vivaci della città. Ospita inoltre boutique d’avanguardia e diverse gallerie d’arte.

Fai un salto da Orinoco per un taco, da Jason Bakery per il miglior caffè della città, passa da Clarkes per un Hamburger, da Brewers&Union per una birra ed assaggia i cocktail sensazionali di Orphanage. Il sabato, visita il mercato sudafricano (SAM) per acquistare opere d'arte locali e manufatti, e il primo giovedì di ogni mese assicurati di inserire Bree nella tua passeggiata artistica.

5. Una galleria che non è la Galleria Nazionale

World Art Gallery

Immagine per gentile concessione di Samantha Corbett

La National Gallery è piuttosto bella e ospita una collezione permanente di opere africane, storiche, moderne e contemporanee, tra cui esempi ben noti del calibro di Irma Stern, Jane Alexander, Gerard Sekota, Penny Siopsis e Kendall Geers.

Se i tuoi gusti sono più contemporanei, assicurati di visitare la World Art Gallery di Church Street, specializzata nella gestione e commercializzazione di artisti sudafricani. C'è una netta propensione verso stili di pittura urbana e pop e le mostre cambiano frequentemente.

Se sei come me, e semplicemente non sai decidere quali gallerie visitare, allora perché non visitarle tutte? Il primo giovedì di ogni mese una serie di gallerie, ristoranti e boutique aprono le loro porte fino alle 9:00 di sera per permettere al pubblico di passare una piacevole serata. Vengono offerti vino e snacks e l'atmosfera è davvero piacevole. Da visitare: Cape Gallery, Salon 91, Lovell Gallery, Stevenson Gallery, Goodman Gallery e What if the World.

6. Un quartiere che non è Camp’s Bay or Woodstock

Tamboerskloof

Immagine per gentile concessione di Samantha Corbett

Se le tue tasche non sono in grado di sopportare i prezzi piuttosto alti di Camp’s Bay potrebbe essere una buona idea esplorare altre zone come Tamboerskloof

Si tratta di un quartiere caratteristico, con edifici in stile vittoriano dai colori vivaci, con balconi che si affacciano su Table Mountain. Gatti di ogni genere governano le strade e il parco di quartiere è il luogo in cui mamme e bimbi si riuniscono ogni giorno. Nonostante l’aspetto rilassato, la zona è in realtà molto vivace: non perdere i ristoranti Power & the Glory, Peter’s House, Tamboerswinkel e Rafikis.

7. Un vigneto che non è Stellenbosch

Immagine per gentile concessione di Samantha Corbett

Stellies è superlativa - la città studentesca è ricca di bianchi edifici in stile olandese, viali alberati, ristoranti di alto livello, e, naturalmente, ospita le aziende vitivinicole che compongono la Stellenbosch Wine Route di fama mondiale. I vigneti ondulati di Stellies tendono a far passare in secondo piano alcuni bellissimi terreni di coltivazione vinicola alternativi del paese, tra cui le vigne del Constantia Valley.

La Constantia Wine Route è perfetta per una giornata di divertimento con gli amici e la famiglia – offre vigneti verdeggianti, querce ombrose, prati ondulati e raccolti baciati dal sole. Fermati a Steenberg, l’azienda più antica, per assaggiare il Nebbiolo ed il Methode Cap Classique.

8. Un mercato che non è l'Old Biscuit Mill

Immagine per gentile concessione di Samantha Corbett

Se non sei né amante delle folle né appassionato di code e spintoni, ti sconsiglio l’Old Biscuit Mill. Si trovano davvero alcune cose molto belle, ma la sua notevole popolarità implica che venga inondato ogni sabato e si devono fare i conti con la folla per ogni cosa, dal parcheggio alla pizza.

Il Bay Harbour Market, a Hout Bay, sta guadagnando in popolarità ma non è così affollato e rumoroso e vanta grandi bancarelle di prodotti locali. Ogni venerdì dalle 17:00 in poi c'è musica dal vivo in modo che potrai scegliere la tua cena tra le numerose gustosissime offerte di cibo a disposizione e poi goderti l'atmosfera mentre mangi. Ci sono un sacco di tesori in offerta: oggetti d'antiquariato, abbigliamento artigianale, manufatti.

Da visitare: Blue Bird Garage Market (Muizenberg), Cape Point Vineyards (Noordhoek).

9. Un tramonto che non è Signal Hill

Immagine per gentile concessione di Samantha Corbett

Signal Hill è primo luogo della città da cui si può ammirare il tramonto; è una collina dalla cima piatta situata accanto a Lion’s Head, che offre una vista panoramica di Città del Capo. Purtroppo, a causa della sua fama, attualmente si deve sgomitare tra i turisti per farsi spazio per un picnic e probabilmente dovrai fare i conti con una certa confusione.

Vale la pena andare a visitarlo, ma le grandi folle non sono l’ideale per una serata romantica.

Nascosto dalla folla, Oudekraal fa parte della regione del Parco Nazionale di Table Mountain e consiste in una splendida piccola spiaggia affiancata da grandi massi e da un bel prato. È storicamente e spiritualmente significativa poiché è stata utilizzata come rifugio degli schiavi nel 18 ° secolo e vi hanno trovato nascondiglio vari leader spirituali musulmani. Oggi, è un posto meraviglioso per godere di un braai (una sorta di barbecue locale) o per arrampicarsi su di un masso ed ammirare il tramonto - la combinazione di acque turchesi e cieli infuocati rende questa spiaggia il top per un pomeriggio romantico.

10. Un braai che non è Mzolis

Immagine per gentile concessione di Samantha Corbett

Se hai mai passato cinque minuti in compagnia di un sudafricano, saprai quanto il braai è sacro nella nostra cultura. La capacità di fare un braai è una misura di virilità e stabilisce lo status nella società. Un braai è simile a un barbecue - carboni, fiamme ( più grande è meglio è) e un sacco di carne.

Per inciso: Mzolis è fantastico e se sei alla ricerca di uno spettacolo a base di carne in una township, non ha rivali. Tuttavia, Die Strandloper in Langebaan sta al pesce così come Mzolis sta alla carne.

Cosa può essere meglio di un braai di pesce sulla spiaggia? Il pranzo inizia alle 12 e termina verso le sei di sera. Gli ospiti sono invitati a vestirsi da spiaggia, portare giochi e strumenti musicali e abbracciare l'atmosfera rilassata della festa. Un’espressione dell’ospitalità sudafricana al suo meglio.

E tu? Hai passato del tempo a Città del Capo e credi che abbiamo dimenticato qualcosa che meriterebbe una menzione nella lista? Faccelo sapere nei commenti!

Non dimenticare di condividere questo articolo e farci sapere cosa ne pensi su Facebook e Twitter!

Cerca nel blog

Unisciti a noi

 

Ricevi aggiornamenti dal blog

Projects Abroad Blog Feed
Back to top ▲