You are from: United States, Go to our American website.

Projects Abroad

Domande frequenti

Domande frequenti

Qui puoi trovare alcune domande su Projects Abroad e relative risposte. Per ulteriori chiarimenti o se desideri discutere nel dettaglio la tua partecipazione, non esitare a contattarci al numero 0039 081 19139962/3 oppure all’indirizzo e-mail info@projects-abroad.it. Saremo felici di chiarire i tuoi dubbi !

Domande frequenti – Prima di partire

Queste domande si riferiscono al periodo precedente alla tua partenza come volontario. Per le domande relative al periodo in cui sei all’estero, guarda per favore Domande frequenti - Mentre sei all’estero.

Una bambina impara con una volontaria in Giamaica

  1. Qual è l’età minima e l’età massima per partecipare?
  2. C’è bisogno di particolari qualifiche?
  3. Devo saper parlare inglese?
  4. Devo conoscere la lingua locale?
  5. Sono previsti dei corsi prima della partenza?
  6. Quando posso partire?
  7. Ci sono dei termini per l’iscrizione? Posso iscrivermi all’ultimo momento?
  8. Quanto dura il periodo di volontariato/stage?
  9. Posso partire per meno di un mese?
  10. Posso combinare progetti diversi?
  11. Quanto costa partecipare? Cosa è incluso nel prezzo?
  12. Il biglietto aereo è incluso nel prezzo?
  13. Perché devo pagare per partire come volontario internazionale?
  14. Come vengono utilizzati i miei soldi?
  15. Posso partire con un amico/a o con il mio partner ?
  16. Avrò bisogno di fare delle vaccinazioni?
  17. Posso parlare con persone che hanno già partecipato?
  18. Come posso iscrivermi?
  19. Sono una donna. È sicuro viaggiare e fare volontariato da sola?

 

1. Qual è l’età minima e l’età massima per partecipare?

L’età minima per la maggior parte dei nostri progetti è 16 anni. Non c’è un limite massimo di età per le nostre attività. Anche se la maggioranza dei nostri volontari ha un’età compresa tra i 18 e i 25 anni, il numero dei volontari più maturi sta aumentando negli ultimi anni, soprattutto durante i periodi di vacanza. Inoltre, non sono rari i casi di persone che approfittano del congedo sabbatico o della pensione. Questi volontari più maturi hanno avuto esperienze ricche e gratificanti. Inoltre, attraverso la loro esperienza, sono state in grado di apportare notevoli contributi ai nostri progetti.

Torna in alto

2. C’è bisogno di particolari qualifiche?

No, salvo alcune eccezioni, non richiediamo nessuna particolare qualifica, dal momento che uno dei nostri obiettivi è consentire ai volontari di acquisire nuove esperienze. Il nostro approccio fortemente personalizzato ci consente di organizzare la tua esperienza in modo da garantire il giusto accordo tra le tue qualifiche e le esigenze dei nostri partner. Il nostro staff in ciascuna destinazione gioca un ruolo chiave in questo processo.

Al momento dell'iscrizione ti chiediamo il nome e l'indirizzo e-mail di un referente, una persona che ti conosce bene e che possa dare delle referenze su di te, come ad esempio un insegnante o un collega di lavoro. Generalmente questo ci consente di valutare la tua idoneità al progetto. Occasionalmente ci riserviamo la possibilità di condurre dei colloqui informali per sciogliere eventuali dubbi.
Inoltre, a tutti i volontari che partecipano a progetti di volontariato con i bambini e che hanno 21 anni o più chiediamo di inviare un certificato che attesti l'assenza di precedenti penali. Per Bolivia, Cambogia, Costa Rica, Fiji e Romania il certificato è richiesto ai volontari che hanno 18 anni o più. 

Torna in alto

3. Devo saper parlare inglese?

La conoscenza perfetta dell’inglese non è necessaria anche se sicuramente una buona conoscenza è preferibile. Non abbiamo regole rigide relativamente alla tua conoscenza dell’Inglese. La cosa essenziale è che tu ti senta a tuo agio a comunicare in Inglese con il nostro staff locale, con la famiglia che ti ospita (la nostra regola è che almeno un membro conosca l’Inglese) e con i tutor del tuo progetto. Se non conosci bene l'inglese, è giusto che tu sia consapevole delle maggiori difficoltà che potresti incontrare soprattutto nella fase iniziale. Inoltre, non necessariamente devi parlare Inglese. Ad esempio, in America Latina, lo Spagnolo è usato quanto l’Inglese e in Senegal la lingua ufficiale è il Francese. Invitiamo sempre i volontari a non dare alla conoscenza dell’Inglese più importanza di quanta non ne abbia. Se desideri migliorare, questa potrebbe essere una buona occasione! Almeno secondo quanto dicono i volontari al rientro.

Torna in alto

4. Devo conoscere la lingua locale?

Pochi volontari parlano la lingua del posto prima di partire. Può essere un vantaggio imparare qualche frase elementare, ma di certo non è necessario avere un’ottima conoscenza. Gli insegnanti volontari insegnano inglese in inglese, italiano in italiano, ecc. Sono le scuole a preferire questo metodo. Ci sono alcune eccezioni per cui una conoscenza più o meno buona della lingua locale è necessaria, come per gli stage di giornalismo, legge e diritti umani o medicina. In molti paesi, è comunque possibile seguire corsi di lingua.

Torna in alto

5. Sono previsti dei corsi prima della partenza?

Non sono previsti corsi o incontri preparatori prima della partenza. Quello che succede è che, pochi giorni dopo la tua iscrizione, avrai accesso alla tua Myprojectsabroad page, una pagina elettronica su cui puoi trovare tutta una serie di importanti informazioni pratiche, sulla cultura, il clima e le caratteristiche del paese scelto, istruzioni per il visto, l’assicurazione, consigli relativi al progetto. Entrerai in contatto con lo staff locale, con cui definirai i dettagli della tua partecipazione, in base alle tue aspettative, alle competenze e alle esigenze del progetto. Naturalmente, in caso di ulteriori dubbi, lo staff locale e quello in Italia restano a tua disposizione.

Torna in alto

6. Quando posso partire ?

I nostri progetti si svolgono tutto l’anno, per cui puoi partire in qualsiasi periodo dell'anno, decidendo tu la data di inizio e la data di fine del progetto.

Torna in alto

7. Ci sono dei termini per l’iscrizione? Posso iscrivermi all’ultimo momento?

Non ci sono scadenze rigide per l’iscrizione. Di solito abbiamo bisogno di almeno due mesi per organizzare con calma e attenzione la tua partecipazione. Se possibile, preferiamo ricevere la tua iscrizione con largo anticipo. Ti invitiamo quindi a procedere non appena hai scelto progetto e destinazione. In tal modo, è più facile per noi pianificare nel dettaglio la tua esperienza e per te avere dei vantaggi nel caso di cambiamenti di data o eventuali cancellazioni. Inoltre, in alcuni casi e soprattutto per le destinazioni maggiormente richieste, possono esserci problemi di disponibilità di posti. Infine, iscriversi in anticipo sicuramente rappresenta un impegno con se stessi.

A volte, ci bastano poche settimane per organizzare la tua partecipazione. Se decidi all’ultimo momento, chiamaci per verificare con quanta rapidità possiamo sistemare tutto per te!

Torna in alto

8. Quanto dura il periodo di volontariato/stage ?

Sei tu a decidere quanto tempo dedicare al volontariato internazionale o allo stage che hai scelto. Esclusa la formula dei Campi di Volontariato (che prevedono una durata di 2 settimane), ti consigliamo sempre di fermarti per un minimo di un mese e, se hai tempo, anche più a lungo, in modo da vivere un’esperienza quanto più intensa e completa possibile. La maggior parte dei volontari parte per un periodo compreso tra i due e i tre mesi. Una volta a destinazione, puoi comunque decidere di prolungare il tuo soggiorno.

Torna in alto

9. Posso partire per meno di un mese?

Pur invitando sempre i volontari a fermarsi più a lungo possibile, ci rendiamo conto che non tutti hanno sufficiente tempo a disposizione. Convinti che anche due settimane possano consentirti di vivere una bella esperienza e di offrire il tuo prezioso contributo, alcuni dei nostri partner si sono resi disponibili ad accogliere volontari per un periodo di due settimane. Puoi consultare la lista dei progetti a cui è possibile partecipare per due settimane qui.

Inoltre, se hai tra i 16 e i 19 anni, o se non ti discosti molto da questa età, puoi scegliere uno dei campi di volontariato previsti per l’estate!

Torna in alto

10. Posso combinare progetti diversi ?

Sì, puoi partecipare a più di un progetto,sia all’interno dello stesso paese che in paesi diversi.

Torna in alto

11. Quanto costa partecipare? Cosa è incluso nel prezzo?

I costi di partecipazione variano a seconda del progetto, della destinazione e della durata del tuo soggiorno. Puoi trovare i dettagli nelle pagine dedicate a prezzi e servizi. Le tariffe comprendono tutto quello che succede a destinazione (vitto, alloggio, assicurazione, organizzazione personalizzata della missione, assistenza da parte dell’equipe locale), escluso il biglietto aereo.

Torna in alto

12. Il biglietto aereo è incluso nel prezzo ?

Il biglietto aereo è la sola spesa importante non coperta dal tuo contributo a Projects Abroad, ma puoi affidarti a noi per prenotare il tuo volo e avere così numerosi vantaggi. Visita la pagina relativa ai voli internazionali per ulteriori informazioni.

Torna in alto

13. Perché devo pagare per partire come volontario internazionale?

In quanto organizzazione indipendente, Projects Abroad non riceve fondi da governi o da altre organizzazioni. Sfortunatamente, i nostri partner nelle tante destinazioni non hanno la disponibilità economica per finanziare la tua partecipazione ad un progetto/stage. La ragione principale per cui si rivolgono a noi è la difficoltà ad assumere personale, perfino personale locale. Per questi motivi, sta ai volontari finanziare la propria esperienza. Per maggiori dettagli, visita la pagina dei prezzi.

Inoltre, bisogna tener presente che partire come volontario internazionale non solo costituisce un modo per aiutare. È un’occasione unica di crescita dal punto di vista umano e professionale, per mettersi in gioco ed ampliare i proprio orizzonti, per divenire persone in grado di sensibilizzare positivamente l’ambiente sociale ed economico che ci circonda.

A volte ci si confonde; si ritiene che la semplice volontà di aiutare sia sufficiente, mentre è giusto che molti interventi siano strutturati. Projects Abroad offre un servizio. Pianificare il tuo lavoro come stagista/volontario internazionale, organizzare la tua permanenza sul posto, coordinare le tue attività, garantirti supporto e sicurezza nel paese richiede molto tempo, molti soldi, molta energia e molte competenze.

Per maggiori dettagli, visita la pagina Perché pagare per partire come volontario internazionale?

Torna in alto

14. Come vengono utilizzati i miei soldi?

Il prezzo che paghi serve per finanziare la tua presenza nel paese e la struttura di Projects Abroad nel suo insieme. Il tuo contributo economico ci consente di fornire un servizio ineguagliabile e di soddisfare le esigenze dei nostri partner. Puoi trovare maggiori dettagli in merito sulla pagina dove vanno i vostri soldi.

Torna in alto

15. Posso partire con un amico/a o con il mio partner ?

Amici, amiche e partner sono benvenuti/e! Se vuoi, possiamo organizzare tutto in modo che possiate vivere e lavorare insieme.

Torna in alto

16. Avrò bisogno di fare delle vaccinazioni ?

Questo dipende da dove scegli di andare. Non avendo competenze in materia, preferiamo evitare di darti consigli ufficiali e ti invitiamo a consultare un medico che saprà sicuramente darti indicazioni più precise.

Torna in alto

17. Posso contattare persone che hanno già partecipato?

Certo! Scrivici o chiamaci e, in base al progetto e alla destinazione che preferisci, ti metteremo in contatto con i volontari che sono già partiti con Projects Abroad e che saranno felici di raccontarti la loro esperienza. Inoltre, ti invito a leggere i racconti dei volontari.

Torna in alto

18. Come posso iscrivermi ?

E’ molto semplice: scegli tra i nostri numerosi progetti e iscriviti. Non devi sottoporci prima la tua candidatura. Per maggiori dettagli, vai alla pagina Iscriviti ora.

19. Sono una donna. È sicuro viaggiare e fare volontariato da sola?

La prima cosa da ricordare è che, se parti con Projects Abroad, non sarai mai da sola! Condividerai l’alloggio e le attività del progetto insieme ad altri volontari. Inoltre, il nostro staff locale organizza eventi per far sì che tutti i volontari a destinazione abbiano la possibilità di incontrarsi e socializzare.

Non dimenticare che avrai il supporto dello staff locale di Projects Abroad, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

La cosa principale è che tu sia consapevole delle differenze culturali – per quanto riguarda il modo di comportarsi e l’abbigliamento. 

Torna in alto

Domande frequenti – Durante il soggiorno di volontariato all’estero

Queste domande sono relative al periodo in cui sarai all’estero come volontario. Per le domande relative al periodo precedente alla partenza, guarda per favore Domande frequenti - Prima di partire.

  1. Come funziona il supporto all’estero?
  2. Le destinazioni sono sicure?
  3. Ci sarà qualcuno ad aspettarmi all’aeroporto?
  4. Cosa succede se mi ammalo?
  5. Posso prolungare il mio soggiorno di volontariato all’estero?
  6. Avrò la possibilità di viaggiare quando sarò lì?
  7. Sarò da solo o ci saranno altri volontari nella stessa zona?
  8. Dove abiterò? Con chi?
  9. Qual è il modo migliore per restare in contatto con la mia famiglia quando sarò all’estero?

 

1. Come funziona il supporto all’estero ?

In tutte le nostre destinazioni beneficerai della presenza del nostro staff specializzato, che renderà il tuo soggiorno sicuro, utile e piacevole. Il personale locale in tutte le nostre destinazioni è formato per seguirti prima della tua partenza e durante il tuo soggiorno. Ha il compito di curare i rapporti con i partner, organizzare e monitorare i progetti, prendersi cura del tuo alloggio, accoglierti in aeroporto, organizzare il trasporto in loco, orientarti e restare a tua disposizione per tutto il tempo, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Sari inoltre affidato ad un tutor, con cui definirai un piano di lavoro nell’ambito del progetto di volontariato internazionale e stage.

Puoi contare anche sulla famiglia che ti ospita e sugli altri volontari.

Insomma, non sarai lasciato solo!

Per maggiori informaizoni, visita la pagina Supporto e Sicurezza.

Torna in alto

2. Le destinazioni sono sicure?

Prima di avviare progetti, ci assicuriamo che il posto sia politicamente stabile e sicuro. Siamo in contatto con l’Ufficio degli Esteri e, naturalmente, possiamo contare sulla preziosa collaborazione dello staff locale, sempre molto attento alle questioni legate alla sicurezza.

Torna in alto

3. Ci sarà qualcuno ad aspettarmi all’aeroporto?

In aeroporto, troverai il nostro staff ad aspettarti! Nel caso in cui non è possibile, ci affidiamo ad una compagnia di taxi.

Per maggiori informazioni, visita la pagina Supporto e Sicurezza.

Torna in alto

4. Cosa succede se mi ammalo?

Se hai problemi di salute, l’ufficio di Projects Abroad ti informerà su dove trovare le migliori cure mediche. Riceverai indicazioni in proposito al tuo arrivo e potrai ovviamente contare sul personale locale 24 ore su 24.

In caso di gravi problemi, l’assicurazione prevede anche il rimpatrio e le spese mediche.

Lo staff di Projects Abroad provvederà a contattare la tua famiglia, la compagnia assicurativa e il personale medico adeguato.

Torna in alto

5. Posso prolungare il mio soggiorno di volontariato all’estero ?

Sì, se desideri prolungare la tua partecipazione al progetto di volontariato o stage all’estero, puoi parlarne con lo staff locale. Naturalmente, bisogna considerare la validità del visto e verificare la possibilità di cambiare il biglietto aereo.

Guarda la pagina dei costi in caso di estensione a destinazione.

Torna in alto

6. Avrò la possibilità di viaggiare quando sarò lì?

Certo, partecipare ai nostri progetti di volontariato internazionale o stage all’estero è anche un modo per girare e conoscere un paese con uno sguardo dal di dentro, per avvicinarsi ad una realtà nuova cogliendone significati e ritmi. Avrai modo di girare durante i fine settimana, quando spesso i volontari si organizzano per visitare i dintorni. Molti decidono di fermarsi più a lungo, al termine del progetto, per viaggiare. Dopo tre mesi di progetto, inoltre, hai diritto a due settimane di ferie, durante le quali sarai comunque assicurato/a.

Torna in alto

7. Sarò da solo o ci saranno altri volontari nella stessa zona ?

Ci saranno altri volontari internazionali, con cui dedicarti al progetto o con cui trascorrere il tempo libero; con alcuni condividerai l’alloggio. Partecipare ai nostri progetti di volontariato internazionale diventa così un’occasione di scambio, apertura e amicizia.

Leggi le testimonianze dei volontari e scopri quante persone partono con noi!

Torna in alto

8. Dove abiterò? Con chi?

La maggior parte dei volontari abita con famiglie locali- normalmente famiglie di classe media, che vivono vicine al posto di lavoro, in modo da limitare la distanza che i volontari devono percorrere. Cerchiamo per i nostri volontari solo famiglie di cui possiamo fidarci completamente e che abbiano una buona reputazione nella comunità.

In alcune destinazioni, come Cambogia, Cina e Vietnam, i volontari alloggiano in appartamenti condivisi.

I volontari che partecipano ai progetti di tutela dell'ambiente alloggiano all'interno della riserva, in bungalows, tende o palafitte sull'acqua.

Torna in alto

9. Qual è il modo migliore per restare in contatto con la mia famiglia quando sarò all’estero?

Internet è il modo migliore per restare in contatto. Al tuo arrivo, ti sarà indicato dove trovare Internet Point. In alcuni casi, soprattutto se ti trovi in zone rurali o nei parchi nazionali per i progetti di volontariato ambiente, potresti dover aspettare di recarti in città, cosa che di solito è prevista almeno una volta a settimana. In generale, dovresti usare il telefono della famiglia che ti ospita solo in caso di emergenze, ma non ci sono problemi a ricevere telefonate. Ci sono anche i telefoni pubblici quasi in tutti i posti in cui si svolgono i progetti: è perfetto per le chiamate locali ad altri volontari, per le domande al nostro staff, o per chiamate occasionali a casa.

Torna in alto

Feedback
Sembri interessato ai nostri progetti! Ti va di dirci qualcosa in più?
Sì, mi fa piacere! Non ora, grazie.