You are from: United States, Go to our American website.

Projects Abroad

Speciale Studenti Scuole Superiori - Campi Umanitari in Sri Lanka, di Livia Spinelli

Mi chiamo Livia Spinelli ho diciassette anni e vengo da Milano.Quest'estate ho preso parte al Campo Umanitario e Supporto alla Comunità di ProjectsAbroad in Sri Lanka.

Prima della partenza

La volontaria italiana di Projects Abroad Livia insiame ad un gruppo di volontari in Sri Lanka

Dopo aver consultato diversi siti, ho trovato quello di Projects Abroad e l’ho trovato molto chiaro e dettagliato.

Il mio obiettivo era quello di vivere un'esperienza estiva all'estero che fosse più interessante della classica vacanza studio.

Volevo avere la possibilità di aiutare e dare un contributo alla comunità che mi avrebbe ospitato e allo stesso tempo lavorare con i bambini, che sono la mia grande passione!

Sono partita il 9 luglio 2016; prima volta in aereo da sola, primo viaggio fuori dall'Europa e una destinazione quanto più sconosciuta.

La mia esperienza come volontaria

La volontaria Livia e una studentessa di una scuola locale in Sri Lanka

Arrivata finalmente a casa sono stata accolta da una famiglia più che ospitale. Ciò che mi ha colpito da subito di quel paese è stata l'apertura e l'interesse di tutti nei confronti di noi volontari, di noi "stranieri", un’apertura che in altre parti del mondo non è così scontata.

Per quattro settimane siamo stati impegnati in diverse attività in una scuola locale. Il nostro ruolo era di aiutare le maestre di una Special School, organizzare attività e insegnare inglese ai bambini di diverse età. Il legame che si è creato con loro è stato davvero forte.

La magia al di là delle barriere linguistiche

La cosa più bella è stata riuscire a superare le barriere linguistiche e culturali, ma soprattutto con i bambini, si è creato un ambiente davvero magico.

Nei pomeriggi abbiamo svolto diverse attività alternandoci con gli altri gruppi di volontari (in tutto eravamo venticinque nello stesso paesino). Abbiamo ridipinto e abbellito una parte della scuola, giocato con i bambini di un orfanotrofio e insegnato inglese ad altri ragazzi che erano quasi miei coetanei e alla fine è stato più un “migliorare insieme.”

Nei weekend e nei giorni di festa, abbiamo avuto l'opportunità di visitare i luoghi più significativi del paese.

Cosa mi ha lasciato questa esperienza

Sicuramente questa esperienza è un grande passo per una ragazza della mia età ed è stato davvero bello poterla vivere con coetanei provenienti da diversi paesi. La consiglierei non solo per l’importanza del volontariato, ma anche per quello che ti lascia: la voglia di mettersi in gioco e l'apertura mentale, che è decisamente quello che manca a gran parte della società odierna.

Livia Spinelli

Questo è il racconto dell'esperienza di un volontario che ha partecipato al progetto e rappresenta un'istantanea nel tempo. La tua esperienza può essere diversa, in quanto i nostri progetti si adattano costantemente alle esigenze delle comunità locali e agli obiettivi raggiunti. Anche fattori i climatici possono avere un grosso impatto. Scopri di più su questo progetto o contattaci per maggiori informazioni.

Torna in Testimonianze dei volontari