Projects Abroad

Matilde Cornacchia, Tutela ambientale in Sudafrica

Perché partire?

Matilde Cornacchia, Tutela ambientale in Sudafrica

Sono stata in Botswana, nella riserva naturale di Kwa Tuli, per due settimane a cavallo tra aprile e maggio del 2013. Avevo appena finito l’università e sentivo il bisogno di fare un’esperienza che significasse fare qualcosa di utile per gli altri, appagante, che mi arricchisse e che mi permettesse di scoprire uno spicchio di mondo in più. In Botswana ho trovato tutto questo e molto di più.

Ammetto che durante il viaggio di andata l’ansia, l’insicurezza cronica e il timore di buttarmi in una realtà completamente sconosciuta mi hanno tenuto “compagnia” e mi hanno fatto dormire davvero poco, ma già dopo il primo giorno tutto questo era magicamente scomparso.

La vita immersi nella natura

Matilde Cornacchia, Tutela ambientale in Sudafrica

Ogni giorno mi svegliavo con le prime luci dell’alba, immersa nei rumori della natura circostante, affascinata dal sorgere del sole e dal tepore dei primi raggi; si faceva colazione tutti insieme e tra una risata e l’altra si era pronti a partire in diversi gruppi per una delle attività programmate dai ragazzi dello staff. Ce ne erano di più o meno faticose, ma tutte interessanti e piene di scoperte: impronte di felini, incontri ravvicinati con gli animali che uscivano dalle loro tane, paesaggi meravigliosi e sempre diversi e avvistamenti di branchi elefanti e impala dai punti di osservazione. A pranzo e a cena ci ritrovavamo tutti insieme a mangiare i buonissimi piatti preparati da Jane e a raccontarci quanto visto e fatto durante la giornata, scommettendo tra noi su chi avrebbe avuto la fortuna di avvistare un leone o un leopardo il giorno seguente.

Matilde Cornacchia, Tutela ambientale in Sudafrica

Tra le cose che ho amato di più della mia esperienza c’è sicuramente la sera. Il tramonto visto dalla sommità delle vicine montagne di pietra, il silenzio assoluto che avvolgeva il nostro piccolo mondo lontano dal caos della civiltà e pieno di noi compagni d’avventura, che dopo pochi giorni ci sentivamo già fratelli e sorelle. Calato il sole si apriva in cielo uno spettacolo unico: le stelle nitidissime, la via lattea disegnata tra le galassie e una luna grande e luminosissima. C’eravamo noi, distesi a contemplare quella magia, una tazza di thè e tanti sogni da raccontare.

L’esperienza più bella

Matilde Cornacchia, Tutela ambientale in Sudafrica

A conferma di questo, una sera siamo andati a fare uno sleepout con lo staff (abbiamo dormito con i sacchi a pelo su una torretta d’osservazione rimanendo svegli a turno per avvistare i movimenti notturni dei predatori) e ci siamo imbattuti in una famiglia di iene che si dissetava in uno stagno: emozione allo stato puro.

Durante il weekend eravamo liberi dalle attività e andavamo a fare gite e pick nick, a dipingere i muri della scuola elementare del vicino villaggio di Matatane o semplicemente a bere qualcosa nel “bar del villaggio” ballando musica locale insieme ai dolcissimi e sorridenti abitanti (tutti incuriositi) venuti a incontrarci. Non si può non lasciarci il cuore.

Questa esperienza mi ha dato più di quanto potessi nemmeno lontanamente desiderare. Ho superato tantissime paure, ho provato emozioni forti, ho imparato cose nuove, ho conosciuto persone splendide con cui sono tutt’ora in contatto, ho ammirato e pianto per la bellezza della natura incontaminata. Ma soprattutto….ho capito quanto è bello sapere che c’è un mondo tutto da scoprire, che la diversità è un dono, che fare qualcosa di positivo per gli altri ti fa stare bene come non mai e ti insegna a cercare di essere ogni giorno, nel tuo piccolo, una persona migliore.

Ci sarebbero ancora mille avventure da raccontare, ma in verità mi rimane solo una cosa veramente importante da dire: ripartirei immediatamente e resterei lì per almeno due mesi!

Matilde Cornacchia

Questo è il racconto dell'esperienza di un volontario che ha partecipato al progetto e rappresenta un'istantanea nel tempo. La tua esperienza può essere diversa, in quanto i nostri progetti si adattano costantemente alle esigenze delle comunità locali e agli obiettivi raggiunti. Anche fattori i climatici possono avere un grosso impatto. Scopri di più su questo progetto o contattaci per maggiori informazioni.

Torna in Testimonianze dei volontari