You are from: United States, Go to our American website.

Projects Abroad

13 animali maltrattati sono stati salvati da uno zoo non autorizzato in Perù

Ultime notizie

Nelle prime ore di martedì 8 dicembre 2015, lo staff  di tutela ambientale di Projects Abroad insieme a funzionari governativi, polizia e al gruppo di Animal Defenders International (ADI), hanno fatto irruzione uno zoo illegale in Sandia, una regione montuosa del Perù, salvando con successo 13 animali in terribili  condizioni. Questo salvataggio è stato il culmine di mesi di preparazione, reso ancora più difficile dai precedenti tentativi non andati a buon fine di salvataggio.

Un Orso durante l’operazione di salvataggio degli animali di uno zoo informale di Sandia in Perù,condotta da Projects Abroad e Animal Defenders International

L’operazione ha inizio alle 3 del mattino, quando il gruppo di attivisti irrompe cautamente e silenziosamente nello “zoo” e, assistiti da un veterinario, sedano una volpe Andina perché non causasse agitazione tra il resto degli animali durante il salvataggio. 

Con il poco tempo a disposizione, il gruppo riesce a salvare due condor delle Ande, quattro pappagalli dalla testa blu, un cercoletto e 2 tartarughe dalle zampe gialle. Malgrado la squadra abbia avuto difficoltà  con gli ultimi due animali, l’operazione è andata a buon fine.

Lucho e Sabina sono Orsi dagli Occhiali, rispettivamente 130 kg e 70 kg di artigli, denti e muscoli. Dopo aver trascorso 15 anni in cattività, perseguitati e picchiati quotidianamente, erano entrambi comprensibilmente diffidenti nei confronti degli esseri umani. Le gabbie dove sono stati trovati non erano organizzate e nonavevano spazio sufficiente, il che significa che la pulizia quotidiana veniva fatta  semplicemente  inserendo una canna dell’acqua all’interno e il cibo probabilmente veniva introdotto attraverso la rete. Mentre Sabina è stata convinta ad entrare nella gabbia  grazie a qualche ricompensa, Lucho ha rifiutato ogni contatto, obbligando i volontari a sedarlo.


Lo staff di Projects Abroad e di Animal Defenders International lavorano insieme nel trasportare un Orso dagli Occhiali verso  sua nuova casa nella Riserva ecologica si Taricaya, nella Jungla Peruviana. Alle 6 di mattina tutti gli animali erano sul camion. Una scorta di 6 veicoli inizia la lunga ascesa attraverso le Ande e poi giù di nuovo verso la foresta pluviale, in direzione della  riserva ecologica di Taricaya, dove Projects Abroad  ha i suoi uffici. Lungo la strada i nostri attivisti hanno salutato la coppia di Condor,  accolti da un centro di soccorso a Cusco, e la volpe Andina è invece stata liberata nella tundra peruviana.

 


La sfida più grande: portare gli animali nella loro nuova casa

Dopo quasi 48 ore senza riposo, bisognava affrontare ancora la sfida più grande, ovvero rilasciare gli animali nella loro nuova casa sulle sponde del fiume. 
Con un grande sforzo da parte di tutti, dopo diverse ore,  gli orsi sono stati portati nelle  gabbie di quarantena, dove spenderanno 30 giorni per acclimatarsi e superare i controlli sanitari. I due nostri amici si sono uniti a Cholita, il primo orso salvato con l’aiuto di Porjects Abroad, e non vediamo l’ora di vedere progressi che faranno i tre compagni nelle prossime settimane.  

I volontari del progetto ambientale di Porjects Abroad hanno costruito un recinto di 300 m2 per gli Orsi dagli Occhiali, completo di piscine e grotte, nella Riserva Ecologica di Taricaya.L’operazione si è rivelata un fantastico successo grazie a Nubia Sanchez di SERFOR (il Servizio Nazionale Forestale e di Fauna Silvestre Peruviano), la polizia  e tutti coloro che hanno aiutato a fare di questo progetto di salvataggio una realtà.

A Taricaya, Projects Abroad  è conosciuta per soccorrere gli animali in cattività e riportarli nel loro habitat naturale; questa è stata probabilmente la più grande operazione condotta fino ad ora.

Un ringraziamento particolare va ai volontari di Projects Abroad, che hanno lavorato intensamente nella costruzione di un grande recinto. Ogni Orso avrà a disposizione uno spazio di 320 m2, completo di una piscina e grotte ombreggiate, che potranno sfruttare nel periodo in cui si dovranno acclimatare nuovamente alla giungla,habitat dove sono nati, ma con il quale non sono più a contatto da molti anni.

Progetti in Perù.

Attualità

Feedback
Sembri interessato ai nostri progetti! Ti va di dirci qualcosa in più?
Sì, mi fa piacere! Non ora, grazie.